Animali all’ombra del basilisco

basi2Animali all’ombra del basilisco

Personale di olii su tela e retouchè

Mezzocorona – Tn – Palazzo della Vicinia
Centro di documentazione sulla storia locale

dal 19 aprile al 4 maggio 2008

inaugurazione sabato 19 aprile h. 17.00

 

 

ORARI DI APERTURA

Sabato: ore 16.00-19.00

Domenica, 25 aprile e 1° maggio: ore 10.30-12.00; 16.00-19.00

Animali all’ombra del basilisco

A Mezzocorona chi osserva la spaccatura nella roccia che accoglie il castello di san Gottardo confessore, non può che ripensare alla figura mitologica del basilisco, un mostruoso e fantastico animale che infestava queste zone molti secoli addietro. Il santo stesso o, secondo altri, un Firmian, avrebbe ucciso questa creatura. Resta il fatto che è ancora conservata la lastra tombale de l’om de fer, l’uomo rivestito della corazza di ferro. Le tracce di questa leggenda si possono scoprire in paese, in forma spesso nascosta, come ad esempio nella chimera dalla coda di drago in uno degli affreschi di palazzo Firmian, opera di Paul Trogher di Monguelfo (1698-1762) o nel muso di drago che impreziosisce il cannello in ferro della fontana davanti all’antico maso della Vicinia, sede dove si svolge la mostra di Maurizio Boscheri. La pittura di questo artista autodidatta di Laghetti di Egna, nato però a Mezzolombardo, porta il visitatore in un mondo al confine tra la realtà e il sogno, avvicinando gli osservatori agli animali che popolano alcuni degli angoli più suggestivi del pianeta. È un invito indiretto a considerare la bellezza della natura, che da vera artista ha saputo creare forme diverse e accattivanti, caratterizzate da molti colori e sfumature. Maurizio riesce a cogliere con abilità questi particolari, per mostrarli poi a chi guarda le sue opere, nascondendo però al tempo stesso la difficoltà che comporta tale precisione lenticolare. Dote del pittore è indubbiamente l’uso della spezzatura, come raccomandava nel 1518 Baldesar Castiglione (1478-1529) nel libro il Cortegiano: la fatica è necessaria per apparire naturali, ma va nascosta con arte.

mostratorrePaolo Dalla Torre

Maurizio tra l’assessore alla cultura Leone Melchiori
e lo storico dell’arte Paolo Dalla Torre