Critica di Pierina Rizzardi | Il Mattino

“IL MONDO DI MAURIZIO BOSCHERI”DI PIERINA RIZZARDI

Maurizio Boscheri espone un ciclo di dipinti nella saletta d’arte “Vincent Van Gogh”.Nei quadri vivono immagini esotiche di mondi animali e vegetali, realizzati con fedeltà più che fotografica ed insieme liricamente composti in una scrittura fitta di pallini di colore, sequenze ravvicinate come linee di brillanti perline ordinate in curve, tondi e arabeschi che istoriano le tele senza spazio per il vuoto.E’ la maniera degli aborigeni australiani fusa con la cultura della rappresentazione occidentale.E’ un misto tanto più attraente quanto meno politicamente corretto e filtrato da accademie.Nella mostra le molte opere appese a riempire le pareti animano l’ambiente con una unitaria impressione gioiosa. La purezza dei colori acrilici si richiama da una tela all’altra i tutta la gamma dell’arcobaleno impreziosita da note d’oro e metalliche. La perfezione ordinata delle disposizioni forma cornici quasi forate da sguardi intensi. Chi sembra guardare dalla tela rispecchiando il vostro sguardo può essere una maschera umana o un domestico gatto, un uccello strano, una raganella, o un aggrovigliato pitone verde smeraldo.