Arte, Natura e Moda – Maurizio Boscheri in Pakistan.

Torna in Pakistan per la quarta volta Maurizio Boscheri, con parecchi eventi, curati da Mario Liberali.

A Karachi si è svolto l’evento Fashion “Hum ShowCase“ organizzato dai migliori stilisti pakistani, tra i quali Rizwan Beyg, che ha vestito tra l’altro lady Diana. Ha sfilato infatti la collezione di ispirata alle opere di Boscheri di Cristina Senter, stilista roveretana già Master Tailor in the world 2015, che dice:

“Il maestro Boscheri si affida alla mia interpretazione delle sue opere e mi consegna i suoi quadri in attesa di vederli rivivere. Pietre originali Swarovski sono applicate sui capi che appaiono molto freschi e dai tagli orientali, per potersi avvicinare il più possibile ad un idea di eleganza Pakistana.”

La collezione si intitola “Metamorphosis” e fa parte del progetto Senter – Boscheri Nature Sauvage, prevede 16 capi: haute couture, pret a porter ed un abito da sposa.

Al suo arrivo Maurizio Boscheri ha fatto sosta all’aeroporto internazionale Jinnah di Karachi per rifinire il Murale che lo scorso anno ha dipinto con soggetto naturalistico e dedicato al Markor, animale nazionale del Pakistan, quale regalo al popolo pakistano per la splendida accoglienza riservatagli in occasione della sua mostra personale dell’agosto 2016 al Mohatta Palace Museum, è infatti l’unico artista contemporaneo internazionale ad aver esposto nel prestigioso istituto, in collaborazione con il Consolato Italiano in Karachi ed il WWF Pakistan.

A Karachi alcune opere del pittore Boscheri sono in esposizione permanente alla Sanat initiative Gallery di Abid Merchant.

Terza tappa del viaggio è stata una seconda inaugurazione dell’opera da lui realizzata, ad inizio 2017, per la Biennale Karachi, un Reel in tecnica mista e rappresentante 70 soggetti di flora e fauna locale, realizzati per celebrare i 70 anni della nascita del Pakistan quale Nazione.

Verrà a breve apposta all’opera una targa recante una citazione del Padre della patria, MuhammadAli Jinnah: “Nature has given you everything: you have got unlimited resources. The foundations of your State have been laid, and it is now for you to build, and build as quickly and as well as you can.So go ahead and I wish you God speed.”

Maurizio Boscheri è volato poi con Mario Liberali a Lahore per una sua mostra personale allaGalleria Royaat Art, dal titolo “Hidden treasures” ventun opere realizzate in olio su tela e tecniche miste che verrà inaugurata con il patrocinio dell’Ambasciata Italiana di Islamabad, alla presenza della gallerista Faryal Haris, di autorità locali, di Tehmina Durrani scrittrice di denuncia sociale (My Feudal Lord) e di Sua Eccellenza l’Ambasciatore italiano Stefano Pontecorvo e consorte. Alcune opere resteranno in Galleria quale esposizione permanente.

Workshop e Lectures sono stati realizzati da Maurizio Boscheri nelle università di Karachi e Lahore.